PATENTE NAUTICA

La patente nautica è il documento che abilita al comando o alla direzione di diverse unità da diporto, in relazione alla distanza dalla costa.

Per unità da diporto si intende … "ogni costruzione di qualunque tipo e con qualunque mezzo di propulsione destinata alla navigazione da diporto", quindi scafi di qualsiasi forma e dimensione (a remi, a vela, o a motore).
Per navigazione da diporto si intende … sia “quella effettuata in acque marittime ed interne a scopi sportivi o ricreativi e senza fini di lucro” che quella “commerciale”, ossia quella svolta mediante contratti di locazione e noleggio, per l'insegnamento professionale della navigazione da diporto e l'impiego come unità appoggio dai centri di immersione dei subacquei sportivi (diving).

In relazione alla lunghezza, misurata secondo gli standard armonizzati, le unità da diporto sono denominate:

  1. Natanti da diporto: unità a remi e le unità con scafo di lunghezza pari o inferiore a 10,00 m
  2. Imbarcazione da diporto: unità con scafo di lunghezza compresa tra m. 10,00 e 24,00 m
  3. Nave da diporto: unità con scafo di lunghezza superiore ai 24 m.
    * I motoscafi ad uso privato sono equiparati, ai fini dell'abilitazione al comando, alle unità da diporto.

Il codice della nautica prevede 3 categorie di patenti nautiche che abilitano al comando o alla direzione di diverse unità da diporto:
  • Categoria A: comando e condotta di natanti e imbarcazioni da diporto
  • Categoria B: comando di navi da diporto
  • Categoria C: direzione nautica di natanti e imbarcazioni da diporto.


Le patenti di tipo A si dividono in:

  • patenti nautiche entro 12 miglia dalla costa
  • patenti nautiche senza alcun limite dalla costa.


La patente nautica è obbligatoria:

  1. per la navigazione oltre 6 miglia dalla costa
  2. per le moto d'acqua e per lo sci nautico
  3. entro 6 miglia dalla costa, quando a bordo dell'unità sia installato un motore con potenza superiore a 30 kw o a 40,8 cv.


Esame teorico
Con Circolare  del 7 marzo 2016 prot. n. 5799, è stata temporaneamente sospesa l'attuazione del Decreto del Ministero dei Trasporti del 4/10/2013 che definiva nel dettaglio le procedure d'esame per il conseguimento delle patenti nautiche. 
 
Tale Circolare ha disposto che, dal 1 Marzo 2016, l'esame di teoria della Patente nautica Entro le 12 miglia dalla costa consguito presso le Motorizzazioni Civili si svolga così:

Esame di teoria per il conseguimento delle patenti nautiche di categoria A e C
Uffici Motorizzazione Civile Entro le 12 miglia 1° fase dell'esame: ESERCIZIO DI CALCOLO - tempo concesso: 15 minuti - errori tollerati: 0 2° fase dell'esame: scheda quiz con 20 domande a risposta multipla - tempo concesso: 30 minuti - errori tollerati: 3

Le 20 domande che compongono la scheda quiz somministrata al candidato, vengono selezionate casualmente da un listato quiz ufficiale, elaborato dalla Capitaneria di Porto di Genova.
Gli argomenti che compongono la scheda quiz sono:
 
Argomenti Ripartizione dei quesiti
Teoria della nave 2
Motori endotermici 2
Sicurezza della navigazione 4
Colreg 72 e Segnalamento marittimo 5
Meteorologia 2
Navigazione 4
Normativa diportistica 1
Totale quesiti 20
Tempo concesso 30 minuti
Errori tollerati 3

Le modalità d'esame in uso presso le Capitanerie di Porto e gli Uffici Marittimi non sono invece state definite da alcuna comunicazione ufficiale, ma in base al DM 4/10/2013 sono le seguenti:
 
Esame di teoria per il conseguimento delle patenti nautiche di categoria A e C  
Capitanerie di Porto, Uffici Circondariali Marittimi Entro le 12 miglia Esercizi di calcolo Quiz Base    
Senza limiti Esercizi di calcolo * Quiz Base + Integrazione * Prova di carteggio nautico  
Integrazione     Prova di carteggio nautico  
* non esiste alcun documento ufficiale che definisca quali quiz le Capitanerie e gli Uffici Marittimi debbano utilizzare.


Esame Pratico
Navigazione entro dodici miglia dalla costa e senza alcun limite dalla costa

Durante la prova pratica il candidato dimostra di saper condurre l'unità a diverse andature, mantenute su tratti di navigazione di almeno un 1/4 di miglio, effettuando con capacità e prontezza di azione le manovre necessarie, tra cui quelle finalizzate al recupero di uomo in mare, all'ormeggio e al disormeggio dell'unità, utilizzando correttamente i dispositivi presenti a bordo e dimostrando competenza nel corretto uso delle dotazioni di sicurezza. Il candidato dimostra di saper mettere in atto i preparativi necessari a fronteggiare il cattivo tempo e di saper adottare misure preventive per la salvaguardia della vita umana in mare.
 

Vuoi conseguire la PATENTE NAUTICA?
​Scegli un'Autoscuola o una Scuola nautica che utilizza il sistema SIDA

Avrai a disposizione i migliori ausili didattici per prepararti all'esame presto e bene.
SCOPRI DI PIU'

Mappa generica
Ti piace questa pagina? Condividila su...